Tutti gli articoli

Al comando dell’Ariete dopo avere addestrato le forze curde in Iraq

PORDENONE. Non deve essere un caso se ogni generale che si succede al comando della brigata Ariete è felice di potere vivere il momento più importante della sua carriera a Pordenone.

«E’ un privilegio, un onore essere il comandante di questa brigata», dice senza nascondere la sua contentezza il generale Angelo Michele Ristuccia, che ieri mattina, nel corso di una cerimonia che si è tenuta alla caserma Forgiarini di Tauriano, è subentrato al collega Antonello Vespaziani ai comandi della 132ª brigata corazzata Ariete.

«L’Ariete è una brigata che ha scritto le più belle pagine della nostra storia patria ed è un onore essere qui a Pordenone per servirla».

Leggi tutto,clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento