Tutti gli articoli

Aggredito a sprangate nel bar – Maresciallo della Folgore lo salva




NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

Una normale giornata che poteva finire in tragedia per Paolo Giorgi , definito un gigante buono con i suoi 2,05 metri di altezza, . Da quanto riporta il tirreno.it, lo scorso giovedì  provvidenziale è stato l’intervento di un Maresciallo della Folgore.

La brutta vicenda è accaduta in un circolo ricreativo in provincia di Pisa, nel comune di Vecchiano precisamente.Paolo Giorgi è rimasto  vittima di una spedizione “punitiva” da parte di un giovane del luogo, il cui movente andrebbe ricercato in una banale discussione , o in uno screzio avvenuto qualche giorno prima. Il 29enne ha avvicinato l’uomo, colpendolo improvvisamente con schiaffi e pugni. L’omone è caduto a terra ed  il giovane ha continuto ad infierire con una gamba sradicata da un tavolino , e via colpi sulla  schiena . Nessuno interveniva, il giovane in presa a un raptus di follia ha preso un panchetto in ferro Colpendo l’uomo sulle costole.



Per sua fortuna, in quel palazzo vive , insieme alla famiglia, un Maresciallo paracadutista della Folgore , Stefano Tebano, uscito per mangiare un gelato. Il militare vista la situazione, ha bloccato subito il giovane immobilizzandolo a terra. Purtroppo in quei frangenti si è presentato anche il papà del ragazzo , armato  di roncola e martello da muratore . Il maresciallo ha lasciato il giovane ed ha dovuto divincolarsi dai colpi di padre e figlio,  rimediando un morso al dito medio, rischiando di essere addirittura colpito con la roncola. All’arrivo della Polizia il ragazzo è fuggito. Al termine del diverbio, il maresciallo si è accorto che la porta di casa sua era con i vetri frantumati e sua moglie aveva preso una martellata sul gomito.

Paolo Giorgi invece si ritroverà con due costole incrinate oltre alle numerose contusioni.Preso dall’emozione per il gesto del militare, Giorgi dichiarerà al tirreno.it: «Stefano mi ha salvato la vita ,  proprio mentre aveva immobilizzato l’aggressore a terra, è spuntato fuori un coltellino. Avrebbe potuto colpirmi».  In seguito il ragazzo è stato rintracciato, ma sembra non siano stati presi  provvedimenti nei suoi confronti. Continua ↓



AGGIORNAMENTO del 11.06.2018: Padre e figlio sono  stati denunciati ed i militari del Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri stanno indagando sull’accaduto.
loading…


Condivisione

Lascia un commento