Afghanistan: aeroporto di Herat, cambio al comando della task force Jaft

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

HERAT,  23 GENNAIO – Avvicendamento al comando della Joint Air Task Force (JATF):  la cerimonia si è svolta a Camp Arena, a Herat, sede del contingente militare italiano,  alla presenza del Generale di Brigata Claudio Minghetti, Comandante il TAAC-W (Train Advise Assist Command – West), e ha visto il passaggio delle consegne tra il colonnello Alfonso Alberino e  il Colonnello Luca Tonello.

Afghanistan

Minghetti e Alberino

Nel suo discorso di commiato, il Colonnello Alberino ha voluto sottolineare ”la professionalità e l’assoluta dedizione” del personale della JATF che hanno reso possibile il raggiungimento degli obiettivi assegnati mantenendo un quadro di assoluta sicurezza. Quello del colonnello Alberino è  stato un periodo intenso, ricco di impegni e soddisfazioni, caratterizzato da una serie di attività particolarmente rilevanti, tra le quali vanno ricordate quelle relative ai corsi specialistici in favore degli afghani per le funzioni relative alla torre controllo e di addestramento dei controllori di volo, di addestramento all’utilizzo delle apparecchiature e gestione e manutenzione della pista.

Afghanistan

La torre di controllo di Herat

La Joint Air Task Force (JATF), allo stato attuale, è in fase di trasformazione e ridimensionamento ed è composta da circa 40 militari provenienti da tutti i reparti dell’Aeronautica Militare.

Costituita il 1° giugno del 2007 per dare unicità di comando nella gestione degli assetti aerei, a partire dal primo gennaio del 2015, con il termine della missione ISAF e l’inizio della missione Resolute Support, la JATF ha assunto la responsabilità della gestione dell’aeroporto di Herat che manterrà anche dopo l’avvenuto passaggio con NATO Support and Procurement Agency (NSPA).

(@novellatop,  23 gennaio 2017)

FONTE ONUITALIA

Condivisione

Lascia un commento