Tutti gli articoli

Affidano il figlio che sta soffocando a pattuglia di strade sicure Ora sono i loro angeli

Nella notte tra venerdì e sabato scorso due genitori hanno rischiato di perdere il loro figlio per soffocamento. Provvidenziale l’intervento di alcuni militari di pattuglia.



Lo scorso fine settimana, nella notte tra venerdì e sabato, i militari di pattuglia per l’operazione “Strade Sicure” ed un Carabiniere sono stati avvicinati da una coppia in forte stato di agitazione.In braccio avevano il loro figlio piccoletto nato da pochi mesi.

Il piccolo non respirava più, stava soffocando. Da quanto riporta il messaggero, i militari sono intervenuti con le operazioni di primo soccorso e sono riusciti a liberare le vie aeree del bambino.



Poco dopo è arrivata anche un’ ambulanza , ma il bimbo fortunatamente era già stabile.Il personale medico si è complimentato con i militari, definendo la manovra salvavita effettuata “provvidenziale e determinante» a scongiurare il peggio.

Il bimbo in seguito è stato ricoverato  al Policlinico Umberto per accertamenti . Una volta usciti dall’ospedale, i due coniugi hanno cercato e trovato i militari, definendoli «angeli in mimetica»,  il papà in particolare,  li ha ringraziati dicendo:«Quello che avete fatto è straordinario, non finiremo mai di ringraziarvi»,



loading…


Condivisione

Lascia un commento