Tutti gli articoli

Aeronautica, un KC-767A rifornisce in volo JSF tutto italiano

Dopo la positiva campagna di sperimentazione di rifornimento in volo del velivolo F-35A  da KC-767A dell’Aeronautica Militare italiana, effettuata dal Reparto Sperimentale di Volo congiuntamente al 14° Stormo, e dopo la consegna del primo Joint Strike Fighter (JSF) interamente realizzato in Italia presso la FACO di Cameri, lo stesso velivolo il 19 gennaio ha effettuato il primo volo di rifornimento con il tanker italiano, portando a termine la 1^ missione condotta interamente da equipaggio italiano in campo nazionale.

Con quest’attività di AAR (Air to Air Refuelling) l’Italia raggiunge un altro importante traguardo ed è propedeutica per il trasferimento, nel prossimo futuro, dello stesso velivolo negli Stati Uniti d’America.
Attualmente Il Boeing KC-767 del 14° Stormo, inquadrato nel Task Group “Breus”, è rischierato presso l’aeroporto di Abdullah Al Mubarak in Kuwait per svolgere operazioni di rifornimento in volo, a supporto agli assetti nazionali e della MESF Coalition (Middle East Stabilization Force) impegnati nella lotta al terrorismo.
Il 14° Stormo ha sede presso l’Aeroporto Militare di Pratica di Mare. Dipende gerarchicamente dal Comando delle Forze di Supporto e Speciali, conduce missioni di supporto nel settore del rifornimento in volo, radiomisure e addestramento con i velivoli KC767A, P180 Avanti, in piena aderenza alle pianificazioni e alle direttive ricevute dal Comando Squadra Aerea, l’Alto Comando dell’Aeronautica Militare cui è deputato l’addestramento, l’approntamento e l’impiego degli assetti e del personale che operano presso i Reparti operativi su tutto il territorio nazionale.

Fonte Aeronautica Militare

17-20012016-1

 

Condivisione

Lascia un commento