Tutti gli articoli

Accoltella più volte poliziotto, il collega gli spara, muore giovane extracomunitario




NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

La tragedia è accaduta oggi a Genova. Un giovane di 20 anni, Jefferson Garcia Tomala, è morto in seguito al colpo di  pistola esploso da  un poliziotto. Nel pomeriggio, la mamma del ragazzo , dopo essersi chiusa in camera con la figlia, aveva chiamato la Polizia perchè spaventata dal forte stato di agitazione del figlio. Secondo la mamma, il ragazzo voleva suicidarsi.

All’arrivo della pattuglia della Polizia, il ragazzo, in un primo momento tranquillo,  si è lanciato con il coltello su di un agente, colpendolo con diverse coltellate. L’altro poliziotto ha quindi estratto la pistola ed ha sparato freddando il ragazzo all’istante, ma un colpo pare abbia raggiunto anche il poliziotto accoltellato. Trasportato d’urgenza in ospedale, il poliziotto 55enne originario di Mondragone  è in condizioni  gravi, ma non sembra essere in pericolo di vita. Continua ↓



Il segretario generale del Sindacato autonomo di polizia Sap  Stefano Paoloni, ha rilasciato subito un comunicato stampa: «I Tso devono essere coordinati»
Un trattamento sanitario obbligatorio è finito in tragedia. È il secondo episodio del genere in meno di una settimana. Siamo vicini al collega, e speriamo si riprenda quanto prima. Qui si trattava di un’emergenza sanitaria e non di polizia. Interventi del genere necessiterebbero di un coordinamento e di protocolli idonei ai quali adeguarsi sotto la supervisione di personale medico che autorizzi a immobilizzare il soggetto in difficoltà. Anche l’utilizzo di una pistola taser sarebbe stato adeguato. Non ci sarebbe scappato il morto. Non possiamo permettere che interventi del genere mettano a rischio l’incolumità tanto dell’operatore di polizia quanto quella della persona che in quel momento è in difficoltà»



loading…


Condivisione

Lascia un commento