Tutti gli articoli

A 160 kmh in contromano e cercano di investire Carabinieri

È andata bene. Non ci sono stati feriti. Né fra i carabinieri che si sono visti arrivare contro l’auto rubata e si sono buttati da una parte per evitare di essere investiti, sparando poi due colpi all’indirizzo dei fuggitivi. Né fra i castiglionesi o comunque fra le persone che mercoledì intorno alle 20,30 si trovavano a passare per le strade del paese, percorse contromano dalla stessa auto.

Ed è finita con tre arresti la fuga di tre giovani stranieri, tuti a bordo dell’auto rubata, un suv Nissan Qasqai che ha terminato la sua corsa ormai con il motore fuso a Bagno di Gavorrano, nemmeno un’ora dopo la sparatoria. Due cittadini di origine tunisina, Zedi Monji e Ghassen Hammami, entrambi di 26 anni e residenti a Pisa, così come è 26enne Gani Sula, albanese domiciliato a Grosseto, sono stati accusati di resistenza a pubblico ufficiale per essersi diretti a forte velocità verso le pattuglie dei carabinieri che, in forze, stavano per procedere al controllo dell’auto in pineta

Leggi il resto dell’articolo QUI

Condivisione

Lascia un commento