958: la Corda “Scorda” e sui social scoppia la polemica

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

L’onorevole Corda interroga il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta sul concorso straordinario dedicato ai 958, proprio quel concorso firmato dalla Trenta e che ancora nessuno è riuscito a inficiare ( e probabilmente mai ci riuscirà ) .

Eppure, lo scorso 21 giugno 2019 la pentastellata ha spiazzato tutti presentando una interrogazione parlamentare al Ministro della Difesa,  ritenendo “ragionevole” un rinvio delle nomine al grado di maresciallo dei vincitori dell’avvenuto concorso, almeno fino a quando non vi sia una pronuncia definitiva della magistratura.



Paradossalmente,  lei stessa ,  lo scorso  25 luglio 2018 aveva presentato una interrogazione parlamentare in senso opposto, addirittura per sollecitare l’uscita del discusso concorso .

Insomma, la Corda sembra proprio che non riesca a fare a meno di contraddirsi. Negli ultimi tempi l’ abbiamo vista all’opera in Commissione Difesa proprio mentre cercava di demolire un discreto disegno di legge che lei stessa aveva presentato , oggi la vediamo contraddirsi su una  interrogazione che lei stessa aveva presentato lo scorso anno, quale sarà la sua  prossima mossa?

Tratto dal sito “sergenti.it”



Lo scorso anno, esattamente il 25 luglio 2018, l’on. Corda presentava una interrogazione parlamentare al Ministro della Difesa per sollecitare l’uscita del concorso STRAORDINARIO per l’immissione nel ruolo dei marescialli riservato a sergenti e graduati, concorso che interessava circa 6.500 persone nelle tre Forze Armate.

Venerdì scorso, il 21 giugno 2019, proprio la stessa On. Corda insieme ad altri pentastellati ha presentato una interrogazione al Ministro della Difesa chiedendo di bloccare lo stesso iter concorsuale, in attesa dell’esito di alcuni ricorsi le cui richieste cautelari, omette di dire, sono state TUTTE respinte.

Appare curioso, per non usare altri termini, che sia proprio la stessa parlamentare a chiedere il blocco a distanza di meno di 11 mesi da cui invece chiedeva la sua rapida pubblicazione.

Ha capito che è lo stesso concorso?

Ha capito che è un concorso straordinario e che per definizione ha dei parametri diversi dai concorsi ordinari?

Ha capito chi sono i fruitori del concorso e quali sono le motivazioni che hanno portato alla sua previsione?

Ha capito che i TAR hanno respinto tutte le istanze cautelari?




Ha capito che a fronte di alcuni ricorsi “farlocchi” sarebbero pronti migliaia di ricorsi fondati?

Probabilmente lo ha capito ed è subito arrivata una precisazione, per molti versi anch’essa contraddittoria (odiamo un forte stridio di chi tenta di arrampicarsi sugli specchi), che di seguito pubblichiamo:

Continua su Sergenti,it, clicca QUI

Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento