SCRAMBLE per Cessna 560 a bassa quota

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting
Nella giornata di ieri 1 Giugno 2016 alle ore 18.00 dalla base aerea di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo, due caccia Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, sono decollati per verificare una repentina perdita di quota di un velivolo Cessna 560 Di nazionalità serba.

 

L’intercettazione è avvenuta sopra i cieli di Manfredonia (FG) dove i caccia hanno identificato l’aeroplano appurando che la perdita di quota era dovuta ad un malfunzionamento del sistema di pressurizzazione.

I due Eurofighter hanno ricevuto l’ordine di decollo immediato – in gergo tecnico “scramble” – dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile nell’area, e sono stati controllati dalla sala operativa del Gruppo Radar dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico.

Una volta identificato il velivolo e ripristinati i normali contatti con la Difesa Aerea i due caccia hanno accompagnato lo stesso fuori dai confini nazionali mantenendo la posizione e controllando che provvedesse ad allontanarsi, ricevendo successivamente dall’autorità nazionale l’ordine di rientro in sede.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO.

Il servizio è garantito – per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall’Air Control Centre, Recognized Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post (ARS) di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all’intervento in volo, dal 4° Stormo di Grosseto, dal 36° Stormo di Gioia del Colle e dal 37° Stormo di Trapani Birgi, tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter.

FONTE

Condivisione

Lascia un commento