Giovane Militare soccorso in casa, cameriere indagato per lesioni colpose

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Ieri vi avevamo raccontato di un giovane Militare salvato da un pensionato mentre invocava aiuto dalla propria abitazione, oggi vogliamo parteciparvi i primi esiti delle indagini condotte dalla Polizia Stradale di Spilimbergo. Il Militare ha sostenuto di essere stato accompagnato a casa da un amico, ma di non ricordare chi fosse.

Il Soldato, in servizio al Battaglione Logistico “Ariete” con sede a Maniago, quindi all’Esercito e non ad Aviano ( A.M.) come erroneamente riportato in un primo momento, nell’impatto si è fratturato il bacino, la mandibola e  cinque costole, oltre ad una serie di traumi minori.Ora le sue condizioni sono stabili e inizia a migliorare.Ne avrà per una sessantina di giorni.

La Polizia di Spilimbergo è risalita al proprietario dell’auto con la quale è avvenuto l’incidente , un cameriere 23enne di Sequals che quella sera era alla guida dell’auto. Da quanto ricostruito , il cameriere perse il controllo della vettura, fini in un campo , e si schiantò contro la canna fumaria di un’ abitazione. Ad avere la peggio , proprio il giovane Militare , seduto sul lato passeggero. L’auto fu lasciata nel campo in quanto inutilizzabile e il proprietario dell’abitazione fu rassicurato sul rimborso del danno subito alla canna fumaria, quindi non chiamò i soccorsi.

Come abbia fatto il soldato a tornare  a casa, resta ancora un mistero.Lui sostiene di non ricordare nulla, tranne che di una persona, andata da lui dopo l’incidente per portargli il portafoglio rimasto nell’auto .

Per il momento l’unico indagato è il cameriere con l’accusa di lesioni colpose, ma le indagini continuano…….

Condivisione

Lascia un commento