Tutti gli articoli

5 ore di intervento per la soldatessa della Folgore rimasta ferita – Ora sta bene





NSM è anche su TELEGRAM . Per saperne di più,  clicca QUI

Intervento di cinque ore per la soldatessa della Folgore rimasta gravemente ferita al volto  lo scorso 12 giugno durante un’ esercitazione.

La donna, effettiva al del 187/o reggimento paracadutisti della Folgore, fu colpita da schegge provenienti da un colpo di mortaio andato fuori traiettoria per cause ancora non note, durante un’ esercitazione nel poligono militare di Carpegna.

Da quanto riporta il resto del carlino, al suo caso si è adoperata un’equipe composta da tre chirurghi, tutti specializzati in Chirurgia maxillo facciale. Tra loro lo stesso primario del reparto Paolo Balercia, .L’intervento oltre a ricostruire la mascella danneggiata dalle schegge, ha anche restituito la masticazione e, di conseguenza ,  la possibilità di alimentarsi autonomamente.



A detta dei medici,  finito il decorso posto operatorio, la giovane donna dovrebbe riacquistare quasi totalmente la propria fisionomia e la cicatrice diverrà quasi impercettibile. Pochi centimetri più su e sarebbe stata una tragedia. Se la scheggia l’avesse colpita in testa, probabilmente non gli avrebbe lasciato scampo.

Il primario  dottor Balercia alla fine dell’intervento ha detto:

“È lucida e sta bene  , si ricorda tutto. Non è il primo intervento che facciamo in queste modalità. L’operazione, che ha permesso di ridurre la lesione riportata da un foro grande come una moneta da due euro a un taglietto, è stata mirata a farle riprendere la masticazione”.

Il bollettino medico è positivo, la donna sta bene e uscira tra 9 giorni.



loading…


Condivisione

Lascia un commento