Investito durante il posto di blocco Morto carabiniere di 41 anni

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

Un carabiniere 41enne è morto nella notte a Terno d’Isola, nella Bergamasca, travolto da un’auto durante un posto di blocco. L’automobilista che ha investito il militare era ubriaco.

L’investitore è Matteo Colombi,un cuoco 34enne di Sotto il Monte, posto agli arresti con l’accusa di omicidio stradale. Nel 2018 gli era già stata ritirata la patente per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza.



Subito dopo l’investimento si è allontanato, ma poco dopo è tornato sul luogo della tragedia ed è stato arrestato dalla polizia stradale che era intenta ad effettuare i rilievi.

Il militare, dopo essere stato investito, è stato trascinato per 50 metri. Si tratta dell”appuntato Emanuele Anzini, di soli 41 anni, in servizio presso la Radiomobile di Zogno, padre di una bimba piccola .L’uomo è morto sul colpo.

Il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri di Bergamo, colonnello Paolo Storoni, ha voluto ricordare l’appuntato Emanuele Anzini come un’ottima persona, un ottimo elemento, un ottimo collega”: Continua↓

La nota di cordoglio del Ministro della Difesa Elisabetta trenta

Emanuele stamattina non è tornato a casa. Emanuele stanotte aveva indossato i suoi stivali e la sua divisa da radiomobilista fiero… Dicono che quelli della radiomobile sono i migliori e risolvono sempre un sacco di casini per strada…



Quella stessa strada stanotte ce lo ha portato via.
Emanuele non indosserà più i suoi stivali e non accarezzerà più sua figlia.
Lui era un eroe nel suo quotidiano servizio, nella sua fierezza, nel suo dovere.

Ricordiamolo ogni volta che un Carabiniere ci soccorre o magari ci ferma per un controllo, è lì per noi, a costo della sua vita!

A sua figlia, alla sua famiglia, a tutta l’Arma dei Carabinieri giunga il mio più commosso e forte abbraccio.

Buon viaggio Emanuele, il tuo altissimo senso del dovere è già esempio nel nostro Paese.




Loading…


Loading…

Loading…

Condivisione

Lascia un commento