Pensioni Sicurezza e Difesa – L’attribuzione dei sei aumenti periodici (scatti)

APRI IL TUO SITO O IL TUO BLOG AD UN COSTO VANTAGGIOSO SU SITEGROUND Web Hosting

In base all’art. 4, del Dlgs 165/1997, al personale delle Forze Armate e delle forze di polizia ad ordinamento militare o civile (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri, Corpo della Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria e Corpo Forestale dello Stato) sono attri­buiti sei aumenti periodici in aggiunta alla base pensionabile, calcolati all’atto della cessazione dal servizio per qualsiasi causa determinata utili ai fini della determinazione della misura del trattamento pensionistico e della buonuscita.

Tali aumenti periodici della base pen­sionabile incidono in maniera differente sull’am­montare del trattamento di quiescenza e sulle mo­dalità di versamento del relativo contributo, a se­conda del sistema di calcolo pensionistico applica­bile all’interessato, retributivo, misto e contributivo puro e si aggiungono a qualsiasi altro beneficio spettante.

Si rammenta che l’istituto in questione non trova applicazione nei confronti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento